Leader tibetano: Alle provocazioni della Cina sul Dalai Lama, rispondiamo con la non-violenza

mar 05, 2011 No Commenti da

Samdhong Rinpoche, premier del governo tibetano in esilio, invita i tibetani a non a cadere nella provocazione per le recenti calunnie cinesi contro il Dalai Lama e a proseguire ad affermare la propria identità in modo non violento. Sulla Rivolta del Gelsomino: la Cina è pronta a stroncare ogni protesta con la violenza…

…continua a leggere

News

Info sull'autore

L’associazione ha lo scopo di promuovere la conoscenza della cultura tibetana

Ti potrebbe interessare...

Nessuna risposta a “Leader tibetano: Alle provocazioni della Cina sul Dalai Lama, rispondiamo con la non-violenza”

Lascia un commento